Piadina integrale fatta in casa

Un argomento che mi preme tanto trattare iniziando la mia rubrica di ricette è l’importanza che hanno i carboidrati complessi. Molto spesso chi inizia un percorso dimagrante tende ad escluderli dalla propria alimentazione, in  quanto è convinto che sia la causa del sovrappeso. In verità privarsene del tutto non giova al nostro benessere fisico, quindi vanno assunti nelle quantità giuste.

Tra i carboidrati complessi troviamo la farina nelle sue svariate tipologie (integrale, farro, avena, etc…), con la quale si possono realizzare tanti piatti salutari, soprattutto se si prediligono quelle integrali a quelle raffinate ottenendo numerosi vantaggi:

  • aumento dell’apporto di fibre;
  • aumento del senso di sazietà e facilita il transito intestinale;
  • riduzione dell’assorbimento di grassi e colesterolo;
  • riduzione dell’assorbimento di sostanze cancerogene.

Uno dei miei piatti preferiti a base di farina integrale è la piadina, piatto utile per i giorni in cui vado di fretta e ottimo da servire agli amici ad una cena senza dover necessariamente esagerare.

INGREDIENTI (per 1 persona) – 295 calorie

  • 35g farina integrale
  • 35g farina di riso
  • 1 cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • Pepe  e rosmarino q.b.
  • Acqua tiepida q.b.

In totale la quantità di farina utilizzata è di 70g a persona. Io mischio due farine perché la farina di riso rende più morbido l’impasto. Voi siete liberi di usare anche un solo tipo di farina. Inoltre per chi è intollerante al glutine con la farina di riso può realizzare una buonissima piadina gluten- free.

PROCEDIMENTO

  1. Mescolare tutti gli ingredienti e iniziare a lavorare l’impasto aggiungendo a poco a poco acqua tiepida fino a formare un panetto;
  2. Mettere il panetto in una ciotola coperta da un canovaccio e lasciarlo riposare per 30 minuti (se andate di fretta vanno bene anche 20 minuti);
  3. Trascorso il tempo stendere il panetto, dello spessore desiderato, con l’aiuto del mattarello e di un po’ di farina giusto per non farlo attaccare al piano d’appoggio;
  4. Mettere la piadina su una padella antiaderente a fuoco lento e cuocerla due minuti per lato.

p.s.: la padella va preriscaldata  due minuti senza l’aggiunta di olio

La piadina è pronta per essere farcita secondo i vostri gusti. Spesso utilizzo 50g di tacchino o di bresaola abbinati a qualche verdura; altre volte tonno, radicchio e olive verdi… Insomma possiamo spaziare con le idee 😉 L’abbinamento migliore, a mio parere, è stato con tacchino, zucchine e olive verdi. Magari nella mia prossima ricetta vi mostrerò come cucinare delle gustose zucchine!

Intanto vi auguro una “buona piadinata”! 😉

Stellina

About the Author:

avatar

Scrivi un commento

Shares
Share This